Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

LA ESISTENZA DI UN PROGETTO PIU' CONCRETO E DI UNA SPECIFICA ORGANIZZAZIONE SEGRETA CHE VENGONO DA LONTANO SONO STATE INDICATE COME RAGIONE PRIMA E ULTIMA DELLA GRANDE DISCOVERY IN UN BLOG IN RETE . UN FATTO CHE MI HA COLTO DI SORPRESA .

30 Novembre 2012 , Scritto da Paolo Ferraro


LA ESISTENZA DI UN PROGETTO PIU' CONCRETO E DI UNA SPECIFICA ORGANIZZAZIONE SEGRETA CHE VENGONO DA LONTANO SONO STATE INDICATE COME LA RAGIONE PRIMA E ULTIMA DI TUTTA LA GRANDE DISCOVERY IN UN BLOG IN RETE . UN FATTO CHE MI HA COLTO DI SORPRESA .
Il POST 8 immesso nei diversi blog del CDD , avendo solo qualcuno capito prima di altri, ed a lui tributando noi questo post, svela quale era la più esatta natura della denuncia nostra e della vasta operazione realizzata, con l'aiuto di tutti . [ http://vittimep2.blogspot.it/2012/10/il-giudice-ferraro-stava-scoprendo-la.html]
Abbiamo seguito un preciso e scandito programma di lavoro , centellinando in progressione dati informazioni e prove documentali ed audio, affinchè compartimenti istituzionali, frammenti non deviati e forze politiche e sociali maturassero la consapevolezza della effettiva portata di ciò che, è esplicitamente indicato, , con esatta definizione anche concreta, da questo blogger.
Intorno ai fatti che si diramavano dalla Cecchignola avevo capito agli inizi del 2011 che c'era qualcosa di potente ed organizzato dietro e che c'era o poteva esserci un obiettivo “golpista “ di medio periodo, costruito nel tempo, ma molto più simile ad una strategia eversiva concreta.
Sinora non ho potuto né dare gli elementi relativi né fornire indicazioni ulteriori , che pure mi erano un po' sfuggite in una conferenza ad Orte , dove però avevo pregato di non effettuare e comunque non diffondere la registrazione della parte iniziale.
La stessa morte di Melania Rea non si spiegava solo con gli inconfessabili “segreti “ del trattamento e della “gestione “delle militari, né solo con i traffici gestiti ad alti livelli , né con la necessità di coprire attività illecite gravi ed ordinarie , né solo con l'utilizzo di metodologie e pratiche frutto di sperimentazioni e attività segretate .
Non so per certo se avevo azzeccato tutti gli scenari mentre so che non avevo gli strumenti necessari ad acquisire prove concludenti, muovendomi come privato e non come inquirente, ma ero sufficientemente convinto, ed oggi lo sono ancora, ragionevolmente , che il grumo nero da me individuato, operava essenzialmente nel centro Italia ed eminentemente in Campania e nel Lazio con diramazioni in Abruzzo , Umbria e Liguria . Lo ho detto in varie occasioni, ma senza spiegare altro.
Non di una nuova P2 ma di una organizzazione coperta , una sorta di super gladio, o nuova gladio di stampo massonico e legata a poteri forti militari, ragionavo nel foro interiore. Facevo ipotesi .. sulla scorta di pochi elementi, dei quali non ho parlato pressochè mai: avvisai nella primavera del 2011 come potevo e chi avrebbe potuto intuire e capire .
Forse oggi siamo vicini alla scoperta del tutto e forse nò.
Un video di Adam kadmon citava le associazioni spirituali di sostegno ai militari , in Campania dislocate eminentemente, ma io a questo avevo fatto solo una o due mere allusioni.
Dall'ascolto approfondito delle registrazioni nella Cecchignola e dal contesto, avevo ricavato la ragionevole certezza che il gruppo era anche legato ad una ispirazione eversiva e questo a mia volta lo avevo accennato, sinanche nel memoriale scritto ( post 1, oggi, nei vari blog della grandediscovery ) .
Di una telefonata alla Procura di Milano e delle involontarie allusioni implicite che osservai nel 2009 tra le cose dette e non dette , non ho potuto fare menzione sinora . Nè ho potuto meglio argomentare sulla valenza della morte da infarto di Pietro Saviotti Aggiunto della Procura di Roma da sempre magistrato di punta nel settore dei reati contro la personalità dello Stato .
Mentre si avvicina il momento della mia minacciata e perseverata destituzione ( 18 dicembre 2012 ) vi sono vari segnali che un cauto ottimismo indica con “ Eppur si muove “ qualcosa . Per ora non posso dire altro .
Nel prossimo mese chiedo a tutti un impegno straordinario. Leggere con la integrale chiave di lettura gli otto post della grandediscovery, e diffonderne la esistenza in tutta la rete .
Dopo un anno e mezzo di lavoro senza soste , chiedere alle migliaia di persone che hanno seguito 15 minuti al giorno di diffusione in rete .. mi sembra il minimo. Fateci, fatevi contenti.
Nel mentre movimenti sociali e fermenti politici crescono , facciamo crescere la consapevolezza pubblica di quel qualcosa di potenzialmente pericoloso a medio termine che avevamo ulteriormente intuito . Anche perchè se mai fosse stato parzialmente disinnescato in ipotesi esistendo, con effettiva e provata concretezza, lo dovremmo a noi anche ed a voi.



Mostra altro

Tecniche di Massoneria: COLPO DI STATO DI SOLANGE MANFREDI. Posti di lavoro a rischio, scioperi, agenti provocatori tra i manifestanti, scontri e l’immancabile accusa alla sinistra. La strategia della tensione è iniziata così più di 40 anni fa. Oggi la storia si ripete. Ed allora bisogna domandarsi: chi manovra i fili cosa sta preparando?

29 Novembre 2012 , Scritto da Paolo Ferraro



Posti di lavoro a rischio, scioperi, agenti provocatori tra i manifestanti, scontri e l’immancabile accusa alla sinistra.
La strategia della tensione è iniziata così più di 40 anni fa.
Oggi la storia si ripete.
Ed allora bisogna domandarsi: chi manovra i fili cosa sta preparando?
La risposta non può che venire dall’analisi dei fatti e dalla conoscenza di quanto è successo in passato…visto che il meccanismo adottato pare essere sempre lo stesso.
Facciamo, quindi, un’analisi parallela tra quanto successo più di quarant’anni fa ed oggi e cerchiamo di capire, analizzando i fatti, cosa si sta preparando.
I servizi segreti e il segreto di Stato
Iniziamo con il dire che, come in passato è avvenuto per la strategia della tensione, ciò a cui, probabilmente, si deve guardare per capire cosa si sta preparando, è il potere politico e i servizi segreti. Il perché è semplice:
“I servizi segreti sono, in tutto il mondo, organi clandestini del potere politico ed economico. La loro funzione sarebbe quella di garantire la sicurezza dello stato, ma accade spesso che la democrazia sia messa in pericolo proprio dalle attività illegali”. Crediamo di poter affermare che esse si identificano, salvo alcune eccezioni, in una costante tutela dell’illegalità, intesa come protezione dei responsabili di gravi fatti eversivi, sia come abituale depistaggio delle indagini su quei fatti, sia infine come continuo ricorso al comodo paravento del “segreto politico-militare” anche quando è evidente che esso viene invocato per coprire verità scottanti. Da questa continua opera di intralcio sono poi inevitabilmente venute le varie sentenze assolutorie…[1]”
I servizi segreti,inoltre, vanno di pari passo con il segreto di Stato, strumento di cui, nella storia della nostra Repubblica, ne è stato fatto ampio abuso. Anche qui il perché è semplice:
“...il segreto di Stato viene ripartito tra i suoi detentori e li immunizza, ognuno secondo il suo grado di iniziazione, contro la discussione….Il numero dei segreti di Stato che uno conosce diventa la misura del suo rango e dei suoi privilegi in una gerarchia sottilmente graduata. La massa dei dominati è senza segreti: non ha cioè nessun diritto di partecipare al potere, di criticarlo e di sorvegliarlo[2]”
Analisi parallela: Sifar- De Lorenzo e Sismi -Pollari
Scandalo Sifar De Lorenzo
La prima struttura di intelligence della Repubblica italiana (SIFAR) nacque nel 1949 (articolo su questo blog del 06 gennaio 2008 “Quando si dice che il meccanismo è sempre lo stesso”, etichetta servizi segreti).
Obiettivo.
Da un memorandum del Comando generale di Stato maggiore (Jcs) del governo americano, datato 14 maggio 1952 (e rimasto segretissimo sino al 1978), si apprende come il capo del Sifar fosse segretamente vincolato a rispettare gli obbiettivi di un piano permanente di offensiva anticomunista chiamato “demagnetize” (“smagnetizzare”), e consistente in “operazioni politiche, paramilitari e psicologiche atte a ridurre la presenza del Partito comunista in Italia… un obiettivo prioritario che doveva essere raggiunto con qualsiasi mezzo.
Struttura: Gladio.
Nel 1956, grazie ad un accordo segreto tra De Lorenzo e la Cia (ovvero in una situazione di assoluta illegalità costituzionale), nasce Gladio.
La struttura, alle dipendenze dell’Ufficio R del Sifar, era articolata in 40 nuclei, dei quali sei informativi, dieci di sabotaggio, sei di propaganda, sei di evasione e fuga, dodici di guerriglia.
Dal materiale documentale raccolto nel corso delle indagini dal G.I. di Venezia Casson e dai sostituti procuratori militari di Padova, Sergio Dini e Benedetto Roberti, si evince come i gladiatori venissero addestrati a tutta una serie di attività terroristiche:
- con finalità intimidatorie (lancio di bombe contro sedi di partito);
- di provocazione, ovvero pestaggi e azioni che facessero degenerare delle manifestazioni pacifiche in scontri con la polizia ;
- atti di terrorismo da addossare ad altri.
Schedatura illegale.
Nel 1959 il Generale De Lorenzo dà inizio ad una operazione, illecita e segreta, di schedature di cittadini italiani. Tra questi: uomini politici, prelati, vescovi, imprenditori ed altre categorie di interesse rilevante per la vita della nazione
Le notizie raccolte nei fascicoli (spesso estese anche ai famigliari) in alcuni casi, poi, erano assolutamente inventate, quindi di poca utilità ai fini della sicurezza nazionale ma utilissime a scopo ricattatorio.
Golpe Piano Solo
Nel 1964 il Sifar è pronto al colpo di Stato.
Il Golpe, che poi non verrà attuato perché la sinistra accetterà le condizioni poste dai golpisti, prevedeva l’occupazione, da parte della sola Arma dei Carabinieri (di qui la denominazione “Piano Solo”), di obiettivi strategici nelle principali città italiane da attuarsi anche con l’appoggio di “milizie civili”, reclutate in modo clandestino.
Questi gruppi di azione (finanziati principalmente dal massone Vittorio Valletta, Presidente della FIAT) “avrebbero dovuto assecondare questo colpo che il generale De Lorenzo aveva preparato, anche in funzione di agenti provocatori[3]”.

Segreto di Stato
Nel 1967, grazie ad alcuni articoli apparsi sull’Espresso, scoppia lo scandalo Sifar -De Lorenzo.
Il Governo, ovviamente, pone subito il segreto di stato sulle indagini della magistratura e sui documenti inviati alla la Commissione Parlamentare di Inchiesta Bolchini Lombardi (nel 1990, tolto il segreto di stato, si scoprirà che questo era servito a coprire reati gravissimi e ad assicurare l’impunità a chi aveva attentato alla esistenza stressa della democrazia) .
Nel 1969 inizia il periodo del terrorismo e delle stragi.
Ufficialmente Gladio non è mai stata attivata. Il problema però è che compare nelle pagine più buie della storia della nostra Repubblica: omicidio Mattei, Piano Solo, omicidio commissario Luigi Calabresi, strage questura di Milano, Argo 16, sequestro Sossi, omicidio giudice Occorsio, omicidio giudice Amato, Moro, omicidio Toni De Palo, omicidio Mauro Rostagno, omicidio Li Causi (vedi articolo su questo blog del 29 maggio 2008, “Gladio, il principale segreto della Repubblica”, etichette servizi segreti).
Dunque abbiamo visto l’escalation:
1. costituzione di una struttura illegale: gladio con uomini addestrati a tutta una serie di attività terroristiche.
2. schedatura illegittima dei cittadini italiani con notizie false raccolte a scopo ricattatorio
3. apposizione ingiustificata del segreto di stato
4. preparazione di un colpo di stato.

Veniamo a oggi.
Scandalo Sismi – Pollari.
Il 27 settembre 2001 a Roma, il Consiglio dei Ministri, presieduto da Silvio Berlusconi, nomina direttore del SISMI il Generale della Guardia di Finanza Nicolò Pollari (vedi articolo su questo blog del 11 gennaio 2008 “Sismi, Pollari e il meccanismo…sempre lo stesso”, etichette servizi segreti)
Schedature illegali.
Nel 2003 la Procura della Repubblica di Milano, scopre che a Roma, in Via Nazionale, il SISMI dispone di un ufficio deputato ai depistaggi, alla creazione di documenti falsi e al condizionamento della stampa, e vi ritrova un archivio contenente migliaia di note e dossier illegali su politici, magistrati, giornalisti, personaggi del mondo economico- finanziario, ecc....
Responsabile del centro è Pio Pompa, ex dipendente Telecom, in stretto contatto con il direttore del SISMI Nicolò Pollari, a cui invia regolari rapporti.
Obiettivo.
Dalla lettura delle relazioni si evince come il programma preveda di «neutralizzare» e «disarticolare», anche con «eventi traumatici», persone e gruppi indicati come «nemici» non delle istituzioni, ma del presidente del Consiglio allora in carica, Silvio Berlusconi
Segreto di Stato
Ma non basta il Sismi viene coinvolto anche nel sequestro di un Imam avvenuto nel centro di Milano. Pollari viene convocato dalla magistratura per essre interrogato il Governo pone il segreto di Stato.
Falange Armata.
In quel periodo un’altra indagine smaschera migliaia di intercettazioni illegali operate dalla Telecom di Tavaroli a danno di ignari cittadini…ma non solo, a venire alla luce, grazie a dei documenti ritrovati nel corso di una perquisizione, è anche la Falange Armata.
“….organizzazione, con specifiche caratteristiche di guerra psicologica….L'operazione falange armata ha visto i natali dentro le istituzioni dello Stato, i cui responsabili hanno molte medaglie sul petto.
Omicidi, rapine, attentati, sequestri, introduzione in opere militari e politiche, trafugamento di armi istituzionali, addestramento di civili in attività militari, spionaggio politico e militare, intercettazioni illecite, violazione ed utilizzazione di un segreto d'ufficio, peculato, attentato alla democrazia ed altro ancora è ciò che l'operazione falange armata ha posto in essere fra il 1985 ed il 1994 attraverso gli operatori attivati, singolarmente o in piccole squadre… ha gestito e manipolato persone inserite all'interno di uffici istituzionali, che ha gestito l'erogazione di informative depistanti o peggio ancora utili per disattivare un soggetto considerato un rischio per i propri interessi, facendolo arrestare per reati mai avvenuti…fino a rendere il soggetto attenzionato completamente screditato, oppure interdetto, o alla peggio farlo ritrovare morto in circostanze ambigue, legate a strani interessi sessuali…[4]”
Ricordiamo che la Falange armata ha rivendicato, tra le altre cose, le seguentstragi:

1991
Il 4 gennaio, a Bologna nel quartiere del Pilastro, vengono uccisi tre carabinieri.
La strage è rivendicata dalla Falange Armata.
Il 3 maggio in una armeria di Bologna vengono uccise tre persone.
La strage è rivendicata dalla Falange Armata

1992
Il 23 maggio Giovanni Falcone viene ucciso insieme alla moglie ed alla scorta a Capaci.
La strage viene rivendicata dalla Falange Armata.
Il 19 luglio Paolo Borsellino viene ucciso con alcuni agenti della sua scorta in via d'Amelio a Palermo.
La strage viene rivendicata dalla Falange Armata.

1993
14 maggio esplode una autobomba in via Fauro a Roma. 15 feriti.
La strage viene rivendicata dalla Falange Armata.
27 maggio in Via Dei Georgofili a Firenze esplode una autobomba. 5 morti e 48 feriti.
La strage viene rivendicata dalla Falange Armata.


Riassumiamo i punti di contatto sino ad ora trovati tra i due scandali:

Sifar -De Lorenzo -------------------Sismi -Pollari
dossieraggio illegale -------------------dossieraggio Illegale
Piano “demagnetize” ------------------Piano "neutralizzare"
Gladio -----------------------------------Falange Armata
segreto di Stato-------------------------segreto di Stato
Piano per attuare un Colpo di Stato ----------?

La voce che ancora manca nella colonna di destra è il piano per attuare il colpo di Stato.

Colpo di Stato
Ed allora dobbiamo domandarci: ci sono degli elementi oggi che ci possono far sospettare che il piano per un colpo di stato in realtà sia già pronto? Probabilmente si.
Principalmente gli elementi sono due, vediamo quali:

1. Con la legge 24 febbraio 2006 n. 85, pubblicata in G.U. del 13 marzo 2006, n. 60 con il titolo: “Modifiche al codice penale in materia di reati di opinione”, il legislatore ha, nella sostanza privato di qualsiasi effettiva tutela le istituzioni democratiche del paese.
Le modifiche più importanti apportate dalla legge hanno ben poco a che vedere con i reati di opinione, infatti vengono modificati gli artt:
- 241 c.p. (attentati contro l'indipendenza, l'integrità e l'unità dello Stato);
- 283 c.p. (attentato contro la Costituzione dello Stato);
-289 c.p. (attentato contro organi costituzionali e contro le assemblee regionali)
ovvero le figure di attentato alle istituzioni democratiche del paese.
Con questa modifica, perché sia integrata la fattispecie di reato, gli atti devono essere non solo idonei e diretti, ma anche violenti.

Ma questo significa lasciare senza alcuna difesa le istituzioni democratiche perché una volta che l’atto violento è compiuto il bene è perso.
Inoltre un attentato all'integrità dello Stato, o alla Costituzione, o al funzionamento di organi costituzionali, può venir benissimo perpetrato anche con un abuso di pubblici poteri, alcuna violenza.

2. Quest’estate il Governo ha sostanzialmente militarizzato il nostro territorio.Migliaia di soldati sono stati inviati in varie città d’Italia al fianco di polizia e Carabinieri, perché?
Non certo per combattere la camorra, poiché questa non si combatte per strada ma nei centri di potere dove è ben inserita.
Quello che è da sottolineare, invece, è che il governo sta attuando delle politiche che paiono tendere non a ottimizzare le risorse evitando gli sprechi, ma a tagliare i posti di lavoro. Questo, ovviamente, provoca scioperi e manifestazioni che, come vediamo, si prestano all’intervento di agenti provocatori…esattamente come successo 40 anni fa.
Le banche, inoltre, sono in forte difficoltà e c’è il fondato sospetto che le rassicurazioni che ci vengono fornite siano in realtà menzogne. Che succede se avviene il crack? E se, come già successo in Argentina, la gente assaltasse le banche per riavere i suoi soldi?
Cosa succederà allora? Si applicheranno le leggi antiterrorismo contro i cittadini? In caso di insurrezioni popolare i soldati spareranno sulla folla? Forse.
Quello che è certo è che i soldati in tenuta antisommossa sono già presenti nelle nostre strade ed hanno avuto mesi per preparasi studiando il territorio.
http://tecnichedimassoneria.blogspot.it/2012/01/colpo-di-stato-di-solange-manfredi.html
Mostra altro

DIFFONDI OVUNQUE SENZA TIMORE . IL NOSTRO FUTURO DIPENDE DA CIASCUNO DI NOI.

28 Novembre 2012 , Scritto da Paolo Ferraro

Una unica semplice e un pò paterna raccomandazione . Renditi conto, semmai sottovalutassi la dimensione  delle vicende,  della portata di quello che puoi avere in mano e che , ammesso che quello che è oggetto del mio lavoro sia in una quota minore del 100 % vero, sarà comunque in quota minore suscettibile di prova , Inoltre la portata di quello che voglio trasmettere sul piano storico politico e culturale è "plasticamente raffigurata in un abbozzo di capo di imputazione , all'esito di una analisi, nel post 6 dei vari blog " Grande discovery verso una nuova Norimberga " con un titolo un pò pomposo, ma che indica a mio modo di vedere la gravità reale dei fatti .  Il tutto viene poi poggiato sulla analisi storico politica dele strategie eversive .. in astratto, e mediante "licenza poetica " dopo un anno di crudo lavoro storico politico, , in concreto, e mediante breve analisi della portata delle strategie eversive elaborate  più significative per il nostro paese,  infine nello spezzone deviato della magistratura , romana, e solo per cenni   .  Ma in realtà il capo di imputazione messo solo in parte  ed in bozza, anche senza il n. dell art. 61 CP,   serve ad indicare una "incompiuta " , e indica che il processo e le aule non sono compatibili con una vicenda di portata storico strategica  o che comunque non esauriscono  la risposta di legalità dello Stato e dei cittadini,  mentre lo Stato, noi,  deve  però, al contempo, dare  una risposta di legalità e giudiziaria, anche . Hic Rodus.  Con affetto, comunque . 

PAOLO FERRARO 
P.S il 18 dicembre verrò portato alla decorrenza del comporto per autoritativa dispensa per "malattia " . Ho fornito prove SCHIACCIANTI SU TUTTO . MI auguro che qualcuno andrà avanti. sino in fondo, se non potrò tornare . Avevo messo in conto che la mia storica presa di posizione , il mio non piegarmi avrebbe potuto comportare ciò. Ma oggi, da molte parti, " interne",  mi pervengono richieste implicite ed esplicite di "aiuto ". 
Dall'interno avrei potuto creare una alternativa ed un ponte di resistenza mirati, ma avrei dovuto ripsettare i limiti deontologici, rienrando con entrambi i piedi nella stretta scarpa dela deontologia .   Fuori agirò in tutte le possibili forme. Come ho fatto , sinora , con  risultati tutto sommato  ragguardevoli, ed attento anche alla dimensione strategico epocale e  di alternativa, ed alle concrete terapie, nell'unico modo che è concesso a me per fare politica, secondo la mia idea della politica e dei valori . 



Rispondi a questo post replicando sopra di questa linea

New post on paoloferrarocdd

LA GRANDE DISCOVERY DUE . DA ORWELL ALLA STORIA . CDD Comitato Difendiamo la Democrazia

by Paolo Ferraro CDD. Tutti i BLOG SITI e LINK UTILI
Parlatene : Per il Bene Comune .
POST 8. Paolo Ferraro è arrivato  vicino, molto vicino, a scoprire completamente un mistero politico militare gelosamente custodito da anni nel nostro paese, e non solo: l'esistenza di una nuova P2, ben più pericolosa della precedente (forse è sempre la stessa, ma nella sua vera consistenza), ma meglio, una associazione segreta politico militare "di casta" con una precisa strategia e strumenti prassi e metodi , tutt'ora "vivente ed operante",  ed ovviamente collegata a criminalità organizzata ,  con intrecci tra i vari mondi non visibili anche di ispirazione laica e "cattolica ".
La matrice strategico militare di questa realtà fissata e indicata sin dal 1968 e poi nel 1991 in testi scritti dello stratega politico militare del pentagono ( VEDI POST 7 nei vari BLOG ) . Ma nessuno se ne era accorto o ammetteva di essersene accorto . Noi siamo arrivati tardi a queste conoscenze, partendo dal concreto con metodo logico induttivo e poi acquisendo le conferme documentali e ulteriori di prova storica, ma "abbiamo dato " ..... e portato anche  prove dirette e indirette , e la nostra diretta testimonianza ,  e documenti e banche dati .  Ora occorre diffondere e gestire una informazione adeguata. Di quella strategia di svuotamento delle democrazie e di governo occulto, una precisa nuova ma antica  strategia eversiva " non convenzionale " , che viene per l'appunto da lontano , ne usufruiscono anche in quota e con ruoli diversi le grandi oligarchie finanziarie ed economiche e le criminalità organizzate , mentre i banchetti della casta politica irretita e separata dai cittadini somigliano sempre più a festini decadenti , di chi non ha neanche colto che nulla conta, più.  
La grave denuncia e analisi generale della esistenza di una vasta trama, a partire dai riscontri minuti, ad esempio  sulla falange armata scoperta nel 2006 a Benevento dalla squadra mobile ( processo portato poi a MIlano ) le prove fornite sulla organizzazione occulta a sfondo esoterico e coperture varie , che attraversa tra partecipazioni e cointeressenze, anche la magistratura  oggetto  a sua volta di una pericolosa scalata in corso ad opera di un grumo "deviato ", è giunta a completamento. 
La scalata teorizzata e realizzata , la strategia eversiva dall'interno dello Stato e utilizzando in maniera deviata i poteri, può essere fermata , come avrebbero voluto Falcone e Borsellino , che del livello internazionale di questa vicenda intuirono la portata cominciandone ad occuparsene concretamente . Ma anche questo è stato nascosto per venti anni, riducendo tutto alla trattativa Stato-mafia , che era in realtà il ricatto mafioso, per il ruolo "esecutivo" affidato, immediatamente antecedente e successivi ai fatti di Capaci e via D'Amelio.  .  
Spetta ai gangli dello Stato non deviati, alle forze sane dello Stato ed ai tanti magistrati ancora impegnati e seri, che prestano ancora fede al giuramento sulla costituzione,  far uscire allo scoperto con prove giudiziarie conclusive un processo storico ed una strategia devastanti per la democrazia, sub specie criminale organizzata .  . 
Il braccio politico social militare delle massonerie deviate e criminalità organizzate connesse deve poter essere spezzato anche attraverso l'intervento di legalità e repressivo. 
INDICE COMPLETO DEL CDD  BLOG CANALI VIDEO LINK SITI     http://paoloferrarocddindex.blogspot.it/

Mostra altro

SITI CANALI VIDEO INDIRIZZI DEL CDD

22 Novembre 2012 , Scritto da Paolo Ferraro
























BLOGS GENERALI E GRANDE DISCOVERY 


POST EVER NOTE PAGINE SCOOP 


PAGINE TUMBIR LINKEDIN VIADEO 

CANALI E RACCOLTE VIDEO ON LINE

VIDEOCONFERENZA PERMANENTE

PROFILI GRUPPO PAGINE INFO PAGE CDD F

MAIL ccdd.difendiamolademocrazia@gmail.com 

paoloferrarocdd@gmail.com pafer3@libero.it

CELL 3929069339 SU SKYPE paolo.ferraro65

INDIRIZZO ooVoo paoloferraro
Mostra altro

8. Paolo Ferraro doveva essere vicino, molto vicino, a scoprire un mistero politico militare gelosamente custodito da anni nel nostro paese, e non solo: l'esistenza di una nuova P2, ben più pericolosa della precedente (forse è sempre la stessa, ma nella sua vera consistenza) e tutt'ora "vivente ed operante"

21 Novembre 2012 , Scritto da Paolo Ferraro


Non bisogna tralasciare quanto serie e, da prendere in considerazione, sono state le sue indagini a proposito di questa misteriosa setta segreta. Addirittura era riuscito in qualche modo a trovare, anche se solo a livello di ipotesi, collegamenti con l'omicidio di Melania Rea, omicidio per cui nei giorni scorsi i giudici hanno richiesto la massima pena detentiva per il marito, sottufficale addestratore all'interno della caserma dove lavorava.
Il giudice Ferraro ha anche denunciato un attentato nei suoi confronti, messo in atto con tecniche sofisticate da servizi segreti (venne messa a rischio la stabilità di un veicolo che usava frequentemente).
Però una verità deve essere detta: anche se alcune sue affermazioni sono francamente un pò esagerate, doveva essere vicino, molto vicino, a scoprire un mistero politico militare gelosamente custodito da anni nel nostro paese, e non solo: l'esistenza di una nuova P2, ben più pericolosa della precedente (forse è sempre la stessa, ma nella sua vera consistenza) e tutt'ora "vivente ed operante".
Mostra altro

BLOG, LINK e CANALI DEL CDD

17 Novembre 2012 , Scritto da Paolo Ferraro























BLOGS GENERALI E GRANDE DISCOVERY 


POST EVER NOTE PAGINE SCOOP 


PAGINE TUMBIR LINKEDIN VIADEO 

CANALI E RACCOLTE VIDEO ON LINE

VIDEOCONFERENZA PERMANENTE

PROFILI GRUPPO PAGINE INFO PAGE CDD F

MAILccdd.difendiamolademocraziagmail.com 

paoloferrarocdd@gmail.compafer3@libero.it

CELL 3929069339 

SU SKYPE paolo.ferraro65

INDIRIZZO ooVoo paoloferraro
Mostra altro
1 2 > >>