Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Traffico di organi umani ed efebofilia, ambienti militari e genocidi infantili . Cecchignola : il Caso Ferraro e magistratura deviata .

12 Febbraio 2014 , Scritto da CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia

Traffico di organi umani ed  efebofilia, Ambienti militari e genocidi infantili . Cecchignola :  il Caso Ferraro e magistratura deviata.

Una fondata ipotesi emerge oltre che dalle terribili notizie provenienti dal teatro di guerra siriano,   sinanche dalla valutazione sui fatti della Cecchignola a Roma e sulla indagine ormai nota, "Fiori nel fango due " , e sul caso "Paolo Ferraro" il magistrato che accertò e denunciò . 

Efebofilia, eccidi infantili, traffici di organi, apparati militari e magistratura deviata hanno come pendant internazionale attività criminali realizzate in teatri militari a noi vicini . 

In Siria denunciati eccidi di  donne e bambini anche a fine di traffici internazionali di organi . 

L'articolo di Nicola Bizzi dal titolo " Traffico di organi umani: il nuovo business dei gruppi ribelli siriani ",    pubblicato on line sul sito  signoraggio.it,  e  che riportiamo fedelmente in coda,  echeggia ( anche ) un nostro articolo precedente.

Una  fondata ipotesi emergeva sinanche dalla valutazione dei  fatti della Cecchignola a Roma, occasione delle denunce e del tentativo di distruzione di chi scrive,  e sulla indagine ormai ben nota, grazie a noi, "Fiori nel fango due "  . 

 

Sulla questione della "formazione militare" ed i rapporti con la  pedofilia ed efebofilia elettivamente "ROM" consulta l'articolo 

GENOCIDIO ETNICO INFANTILE, PARAFILIA, PEDOFILIA ELITE MILITARI  PROGETTI DEVIATI E FRAMMENTI DI CASTE EVERSIVI .CHI DEVE "ACCOMPAGNARE AMOREVOLMENTE" ALLA PORTA CHI .... "  http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/12/genocidio-etnico-infantile-parafilia_9.html . 

Dalla registrazione sotto riportata e quella che segue ( anche ) alla fine dell'ascolto del primo audio, dove compare la voce di un bambino ROM , che dice con espressione dialettale tipica "'o cule " e dall'audio del commando che si allontana repentinamente dalla casa emergono DATI che lasciano senza fiato per la loro evidenza ...

 

Nella casa della Cecchignola Katia, che con voce cavernosa e stregonica declama “stracci da passare “ , due tremiti impauriti della donna vittima ( Sabrina ) della Cecchignola, un click di armamento del cane di pistola , un colpo di pistola con il secondo tremito di paura della Sabrina,  dopo otto secondi una “particolare“ voce maschile con timbro cupo ed impronta vocale tipica IDENTIFICABILE … 

 

 

Poi in altro contesto temporale “esoterico sessuale efebofilo “, alla fine di una attività svolta di corsa , il bambino ROM che dice “ 'o cule “ e la voce tagliente e militare come intonazione dell'uomo che ordina “vatti a vestire“. 

 

 

 

https://soundcloud.com/paolo-ferraro-quattro/o-cule-vatti-a-vestire-1Infine  il gruppo che "fugge" con una serie di “comandi” impartiti alla donna della Cecchignola, sola nella sua casa  invasa dal commando , e la inquietante voce "calma e professionale " di chi rassicura il gruppo che esce di corsa “ con calma, per venire ci chiama“, evocando un addestramento e condizionamento della donna, che stralunata aveva pochi secondi prima chiesto “ dove andate .. ?! “ con intonazione della voce infantile  .

 

 

 

 

Un girone nel quale doveva essere immesso il magistrato da distruggere, nell'ennesimo tentativo,  secondo i desiderata di un apparato di scherani e magistrati malati,  invidiosi della diversità di spessore e qualità contrapposta a loro , massonicamente idioti ed ipocriti,   patologicamente orientati ad una specifica e pericolosa scalata di potere . Invece, scoprendo come al solito egli  tutto, si tentò di distruggerlo in ogni modo a partire dal sequestro di persona del 23 maggio 2009 , per coprire tutto , fallendo ( salvo togliergli – per ora - con una serie di falsi ideologici e reati il lavoro e ruolo per una "inettitudine " inconfigurabile e da legge del contrappaso invertito , e al contempo togliere la relativa professionalità e storia dell'uomo allo Stato ed al popolo in nome e nell'interesse del quale la giustizia dovrebbe essere amministrata).

La questione da noi scoperta direttamente ed ulteriormente portata alla ribalta ( vedi da ultimo intervista recente http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2014/02/le-strategie-eversive-paolo-ferraro.html ), delle violenze su "esseri viventi " , della efebofilia in ambienti militari e dell'”utilizzo” di bambini ROM,  è uno egli snodi attorno al quale la vicenda ed il caso Paolo Ferraro trovano spiegazioni se possibile ancor più scioccanti  . 

 

 

E non manca tra le registrazioni audio della Cecchignola la voce tipica di soggetto la cui intonazione (  oltre alla compresenza del D'Autilia ufficiale militare sia  nell'inchiesta fiori nel fango due - duecento bambini ROM coinvolti - che soprattutto nel caso Marrazzo )  riporta alle note vicende ed all'apparato che sotterraneamente preparò ( anche ) l'agguato al Presidente della Regione Lazio .

 

   

Anche per nascondere alcune tra le  attività  più agghiaccianti dell'ambiente deviato che era stato utilizzato per tentare di accerchiare Paolo Ferraro , dovendo far sparire tutte le possibili prove , è stato "dispensato " il magistrato migliore definito dall'amico Alberto " un grande magistrato, nato per fare il magistrato " . 

Non credo abbiate dimenticato poi il "deposito",  in data 10 marzo 2011 sulla Ardeatina,  del busto di donna amputato e mozzato di testa ed arti inferiori ma soprattutto "accuratamente" deprivato degli organi interni ,  a due passi dalla CEcchignola e a distanza di tre giorni dal deposito della denuncia di Paolo Ferraro a Perugia, e il fatto analogo a Lodi a pochi giorni di distanza,  nè il "definito" suicidio-omicidio di madre e bambina in zona limitrofa alla  Cecchignola .

 

La rilevanza e portata poi dei traffici ed attività criminali da nascondere la dice lunga anche sull'apparato eversivo incistato nella magistratura e su Stefano Pesci , incastrato da persona ( ben ) informata sui fatti ed in ordine ai suoi rapporti trentennali proprio con quegli ambienti militari deviati.  Non occorre altro : la vicenda emerge ormai in tutta la sua plurima gravità istituzionale .

 

 

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

 

Traffico di organi umani: il nuovo business dei gruppi “ribelli” siriani.

 

di  Nicola Bizzi  pubblicato su www.signoraggio.it 

 

Una denuncia shock del network Press TV mette in luce un traffico di organi umani praticato in Si-ria da gruppi di “ribelli” con l’appoggio di compagnie private

Il network internazionale di notizie Press TV ha diffuso oggi una scioccante notizia proveniente dalla Siria: gruppi di sedicenti “ribelli” siriani, in realtà formazioni terroristiche fondamentaliste provenienti dall’estero e finanziate dall’Arabia Saudita e da altri Paesi del Golfo, praticherebbero da tempo una lucrosa attività di traffico di organi umani per conto di compagnie private con sede in Turchia. Secondo quanto denuncia un lungo e dettagliato report di Press TV, tali gruppi opererebbero nelle zone settentrionali del Paese sottratte all’autorità di Damasco e controllate dalle milizie islamiste e si sarebbero specializzati nell’individuare e rapire le loro vittime. Prevalentemente bambini, giovani in buona salute e donne che, una volta sequestrati con la minaccia delle armi, vengono condotti in attrezzati ospedali da campo dove, con l’aiuto di medici compiacenti, vengono uccisi e soggetti all’espianto degli organi. Questi ultimi verrebbero poi trasportati oltre confine, in Turchia, per mezzo di speciali ambulanze private.

In questo traffico è stato denunciato, da più fonti, il coinvolgimento di alcuni ospedali turchi che rivenderebbero gli organi sul mercato nero. E i corpi di queste vittime verrebbero poi fotografati e filmati per dare l’impressione che a commettere simili atrocità siano le forze regolari dell’esercito siriano.

Sempre secondo quanto riporta Press TV, molti inermi cittadini siriani verrebbero trasportati oltre confine ancora in vita, ma spesso in stato di incoscienza, sempre tramite apposite ambulanze private, e verrebbero sottoposti agli espianti direttamente negli ospedali coinvolti in questo business criminale. Già nel Maggio del 2013 questo traffico era stato denunciato dal quotidiano libanese Ad-Diyar, che aveva chiamato in causa direttamente le autorità turche, colpevoli di coprire, se non addirittura di incoraggiare, le attività degli ospedali di Antakya e Iskenderun, i due principali centri coinvolti nell’espianto e nella vendita degli organi sul mercato nero, sia interno che internazionale.

Sempre secondo il reportage di Ad-Diyar, gli organi più soggetti a questi espianti clandestini sarebbero fegato, reni e cuore, del resto i più richiesti sul mercato.

Conferme sono giunte anche da parte di medici turchi che hanno deciso di parlare con la stampa e di rompere quindi il muro di omertà che fino ad oggi ha avvolto questo allucinante ma redditizio traffico. In base alle dichiarazioni di tali medici, su un totale di 62.000 civili e militari siriani trasportati in Turchia, oltre 15.000 sarebbero stati assassinati e soggetti all’espianto degli organi. I loro corpi sarebbero poi stati ritrasportati in Siria, cosparsi di benzina e dati alle fiamme.

Il traffico di organi umani, dopo quello di droga e di armi, rappresenta su scala mondiale uno dei maggiori profitti della criminalità organizzata. Tanto che, ovunque ci siano conflitti o guerre civili, dall’Africa al Medio Oriente, dall’America Latina al Sud Est asiatico, le organizzazioni malavitose dedite a questi traffici entrano subito in azione. E gli organi espiantati vengono solitamente venduti a peso d’oro, prevalentemente negli Stati Uniti e in Europa Occidentale,  a facoltose persone che non intendono sottoporsi alle lunghe liste di attesa degli ospedali. Persone evidentemente prive di qualsiasi scrupolo e di ogni umanità, perché è abbondantemente risaputo da dove provengano gli organi disponibili sul mercato nero e soprattutto quali siano le “modalità” del loro espianto.

Anche l’Europa non risulta essere esente da questi infami traffici. In un rapporto del 2011 Dick Marty, membro dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, accusò il primo ministro del Kosovo Hashim Thaçi di essere stato a capo di una banda mafiosa dedita al traffico di organi prelevati da prigionieri serbi appositamente assassinati durante e dopo la guerra del 1999, che vide l’intervento della NATO, l’attacco alla Serbia e la secessione della provincia ribelle ad opera degli indipendentisti albanesi. Ma, nonostante una risoluzione del Parlamento Europeo, fondata proprio sulla relazione Marty e passata con 166 voti a favore e soltanto 8 contrari, non risulta che né la comunità internazionale né tantomeno le autorità della sedicente Repubblica del Kosovo abbiano preso sufficienti provvedimenti per perseguire tutti i responsabili.

Ritengo sconvolgente il fatto che sia le denunce del quotidiano libanese Ad-Dyar che la recente inchiesta del network Press TV non abbiano avuto alcuna risonanza sulla stampa italiana, a conferma di come le notizie più scomode di politica estera vengano qui da noi taciute o del tutto ignorate.

di Nicola Bizzi

 

 

 

 

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE 

Traffico di organi umani ed  efebofilia,  ambienti militari e genocidi infantili . Cecchignola :  il Caso Ferraro e magistratura deviata .
Mostra altro

LA ROSA DEI VENTI: 1974 OS e Tempio di Set – 2014 Super Gladio e Dragon Rouge

12 Febbraio 2014 , Scritto da CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia

di Marco ATTARD colle_fatale2132_img

Nel mese di Febbraio 2009 per conto della Longanesi & C fu finito di stampare un giallo politico dal titolo “Colle Fatale” scritto da un Anonimo Romano informato sui fatti, autore del quale si sanno solo due cose, proprio perché anonimo e intenzionato a restarlo,: che (come si evince dal libro) conosce bene gli ambienti e i protagonisti della politica italiana, e che non è il senatore a vita, oramai scomparso, Giulio Andreotti. Il libro parla di un intrigo politico all’ombra del Quirinale che inizierà il 6 maggio del 2011. Insomma un romanzo fantapolitico firmato “anonimo romano” che mette in scena una lotta all´ultimo sangue per il Quirinale ambientata nei palazzi del potere tra personaggi riconoscibili, spie e Opus Dei. Se poi facciamo un salto in avanti e arriviamo al 2011 anche Alberto Asor Rosa, teorizzatore di moderni colpi di Stato dalle colonne del Manifesto, affermava già nel 2011 la possibilità della preparazione di un golpe tutto italiano che godrebbe di un prevedibilissimo appoggio europeo.

La destabilizzazione è in atto da tempo. Il progetto, partito anni addietro, dalla Sicilia, non è altro che un’ ennesimo tentativo di una parte degli Apparati dello Stato deviati (i soliti pezzi dei Servizi) di produrre un sovvertimento delle Istituzioni democratiche. Ancora una volta stringendo patti scellerati con i poteri criminali.

Nell 1974 l’esistenza di un’organizzazione fu portata alla luce da un’inchiesta incominciata nell’Ottobre dello stesso anno dalla magistratura di Padova, nel nome del giovane magistrato Giovanni Tamburino. Nell’Ottobre del 1974 Tamburino ordinò l’arresto di Vito Miceli, capo del Servizio Informazioni Difesa (ex SIFAR), ma la Corte di Cassazione renderà vano il lavoro del magistrato portando al trasferimento del dibattimento dalla città veneta a Roma. Come sostiene il noto storico Paul Ginsborg, la scelta non sembra casuale dato che la magistratura romana si dimostra «meno tenace di Tamburino nel proseguire le indagini». In un secondo momento inoltre, il pubblico ministero Claudio Vitalone invocherà il segreto di stato e sulla questione cadrà il silenzio. L’organizzazione la “Rosa dei venti”, in realtà, aveva nome “Organizzazione di Sicurezza” (“OS”), ed era formata da persone insospettabili, non iscritte ad alcun partito politico, altamente patriottiche e disposte ad impegnarsi fino alla morte – in caso d’invasione straniera – a difendere il territorio nazionale palmo a palmo. Come la nota struttura clandestina Gladio, anche la Rosa dei Venti era formata da “legionari” dormienti (attivabili su comando superiore) e continuamente addestrati a fronteggiare sia i pericoli esterni (il Patto di Varsavia), che interni (un’eventuale insurrezione comandata dal Partito Comunista Italiano). La differenza rispetto alla più celebre Gladio sta nel fatto, commenta Spiazzi, che mentre Gladio era formata da persone filo-americane ma poco inclini alla destra nazionale, la Rosa dei Venti era composta per lo più da militari della riserva selezionati e pronti a tutto. Ma, appunto perché militari od ex – militari, il gruppo della Rosa dei Venti era composto da uomini fidati gravitanti nell’area dell’estrema destra extraparlamentare. In tutti i reparti delle Forze Armate, continua Spiazzi, esistevano (ed erano note agli “addetti ai lavori”) liste segrete di coscritti e di militari di professione, sia sottufficiali che ufficiali, su cui contare in caso di disordini.

Dopo vent’anni spunta il colonnello Pappalardo, interlocutore di D’Alema, che nel 2001 lanciò un piano golpista di sapore piduista, ma grazie all’insabbiamento dello stesso D’alema e dell’allora Ministro della Difesa Mattarella l’avventuriero golpista venne convinto a dimettersi dalla presidenza del Cocer dal capo dei gladiatori Cossiga Francesco. Oggi lo stesso Pappalardo afferma che per vincere occorre avanzare da tutta Italia verso Roma, non con carri armati, ma con un progetto serio che rappresenti tutti gli italiani con simboli del lavoro, con una grande unione che permetterà al Popolo di riconoscere in Nazione Federale D’Italia un progetto governativo maturo e responsabile, ma soprattutto che garantisce al popolo italiano onestà e garanzie economiche e politiche per la Rinascita della Nostra Italia. Antonio Pappalardo che con Danilo Calvani ha condiviso l’esperienza del movimento “Dignità sociale”. Poi Pappalardo, famoso per le sue battaglie sindacali all’interno dell’Arma, è diventato leader di questo movimento mai sentito prima e che incita alla presa di Roma con i militari. Un golpe pacifico. Senza armi, precisano i promotori. E in realtà non si capisce neppure bene in quanti condividano questo documento firmato “Nazione federata d’Italia- Centro destra nazionale”.

Certo è che Pappalardo ha preso parte a numerose iniziative politiche. Candidato a partire dal ’93, sotto diverse insegne politiche, prima fra tutte quella d’esordio, quando si presentò alle comunali di Roma con la lista “Solidarietà Democratica contro Rutelli”. Lista pubblicamente sostenuta dal principe siciliano Giovanni Alliata di Montereale, finito in passato protagonista di episodi controversi, dal Golpe Borghese del 1976 a un’inchiesta partita dalla Calabria sulle società segrete nate sulle ceneri della P2 fino ad arrivare alla strage di Portella della Ginestra. Sulla piattaforma della protesta, così come nelle parole di uno dei leader, il Calvani Danilo, si trova chiaramente l’obiettivo reale di questa “mobilitazione”: decadenza del Parlamento, del Presidente della Repubblica e del Governo, per instaurare – ovviamente sospendendo la Costituzione – UN GOVERNO A GUIDA DI MILITARI.

Poi c’è una setta satanica massonica militare, che si muove nell’ombra, trova proseliti, adepti, amalgama i suoi iscritti con riti satanici a base di sesso e droghe. KETAMINA e sacerdotesse del sesso, una rete invisibile, dove si muovono ,assumono informazioni, si innestano nella organizzazione con lo scopo di creare delle coperture, sia nell’Esercito stesso sia all’interno della magistratura, una sorta di “secondo apparato magistratuale“.

All’interno delle indagini di Carmela Melania Rea le organizzazioni massoniche clerico/fasciste che nella loro cultura tardo templare, contemplano la distruzione ed il Kaos si agganciano a organizzazioni occulte militar/esoteriche create e manovrate per operare militarmente alla cristallizzazione dello status quo, formazioni che di fatto spostano a destra il baricentro dell’asse politico interno, secondo i dettami ed i tempi dell’agenda internazionale. Sembra uno spot di un certo mondo artificiale, quel mondo militare deviato che si serve di adepti psicolabili da manovrare come pupazzi. La Thule ad esempio era la loggia occulta che ideò e creò il nazismo del ventennio del secolo scorso, oggi ancora esistente sotto altre sigle massoniche legate a doppio filo al vaticano ed ai gesuiti. In Norvegia, le sette e tutti i vari culti sono così potenti che il governo, ha creato una società speciale per assistere le vittime di abusi. Il clero cattolico scandinavo, è collegato direttamente ed apertamente con il satanista dell’ Ordo Templi Orientis, il Tempio di Set del Ten.Col. Michael Aquino e le varie sette ad esso collegate come ad esempio il Dragon Rouge, sono coinvolte in abusi rituali di bambini e donne. E ‘ un chiaro messaggio quello del draghetto fatto con dei rametti sopra LA ROSA DEI VENTI simbolo della NATO.

… Oggi su il Mattino si evidenzia l’allarme dei Servizi Segreti che più che un’ allarme sembra una preoccupazione.

http://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/allarme_servizi_segreti_italia_spettro_greco/notizie/406326.shtml?fb_action_ids=10201443394986131&fb_action_types=og.likes&fb_source=other_multiline&

Usare i problemi della gente, di chi non arriva a fine mese, di chi è entrato nelle file dei nuovi poveri, di chi è senza una casa o lavoro, di chi è massacrato da Equitalia, non per dare una soluzione, non per pretenderla, come è giusto, ma per imporre una svolta autoritaria al Paese è cosa da evitare. Abili nella strumentalizzazione delle sofferenze e problematiche delle persone e dei più deboli, oggi come nei primi anni Novanta, tentano di usare la buona fede e disperazione delle persone, a partire dai più giovani, per assestare un colpo non alla “classe politica” ma alle Istituzioni della Repubblica, cioè allo Stato di Diritto, all’ordinamento costituzionale. Dietro allo slogan “TUTTI A CASA” c’è l’uso della giusta indignazione verso politici (non tutti) corrotti e incapaci di agire per dare risposte concrete alle esigenze del Paese, per arrivare alla spallata non a quei politici ma una spallata alla Repubblica, alle Istituzioni della Repubblica, che sono ben altra cosa da chi le occupa. Non sono secondari i piani di andare a Roma per assaltare i “palazzi” e “arrestare i politici” che vengono diffusi all’interno della “rete” e dei coordinamenti da questi gestiti



CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE



 


SCOOP  



 

 

 
 

 

CANALE VIMEO CDD

 

 

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

LA ROSA DEI VENTI: 1974 OS e Tempio di Set – 2014 Super Gladio e Dragon Rouge
Mostra altro

E' il MOMENTO DI POTENZIARE AL MASSIMO LE ADESIONI AL CDD

12 Febbraio 2014 , Scritto da CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia

 

E' il MOMENTO DI POTENZIARE AL MASSIMO LE ADESIONI AL CDD e GLI ASSENSI ALLE PAGINE DEL CDD. 
SE VUOI ESTENDERE GLI INVITI A TUTTI I TUOI AMICI CHIEDI DI ESSERE NOMINATO ANCHE AMMINISTRATORE DELL'EVENTO. 
https://www.facebook.com/events/241493366008051/

E' il MOMENTO DI POTENZIARE AL MASSIMO LE ADESIONI AL CDD e GLI ASSENSI ALLE PAGINE DEL CDD
Estendi questo invito a tutti i tuoi amici ein tutti gruppi e le pagine.
Iscriviti e fai iscrivere al CDD GRUPPO amici conoscenti e chiunque voglia sapere e possa attivamente partecipare e consapevolmente essere coinvolto nella opera di informazione e formazione della grandediscovery  

https://www.facebook.com/groups/CDDComitatodiCoordinamentoDifendiamolaDemocrazia/
e ovviamente metti MI PIACE sulle tre pagine principali pagine del CDD su FB

 

L'evento su FB si condivide copìando il post e ricopiandolo ovunque ovunque . Invita amici è l'unico tasto importante invece sulla pagina dell'evento . Semplicemente caricando il programma "invite all friends" o " Estensione Facebook Select All Friends 2014" o programmi analoghi , si riesce a convocare tutti gli amici con un mero click . Oppure si convocano uno per uno

 

 


CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE


 


SCOOP  



 

 

 
 

 

CANALE VIMEO CDD

 

 

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

E' il MOMENTO DI POTENZIARE AL MASSIMO LE ADESIONI AL CDD
Mostra altro

Non toccate !!!

12 Febbraio 2014 , Scritto da CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia

Vergognatevi!

 

 

 

 


Messaggio 

del magistrato 

Paolo Ferraro

 

(4 maggio 2012)

 

 

 

 

Non toccate l'acqua. 

E' il bene comune da sempre dell'umanità, state privatizzando ciò che appartiene alla gente.

In nome del profitto economico ..., in nome dell'assurda affermazione che l'acqua gestita dalle strutture pubbliche non e' redditizia da gestire. VERGOGNATEVI!

 


Non toccate il cielo e l'aria

State facendo esperimenti di nascosto, abbiamo le prove che sostanze chimiche irrorano il cielo. Volete intervenire sulla natura, deviarla, condizionarla e controllarla, sopra la gente e sopra la testa della gente. VERGOGNATEVI !

 


Non toccate il cibo.

Avete tentato disperatamente di ridurre alla fame il terzo e quarto mondo, riuscendoci. Adesso pretendete di ricattare il mondo occidentale attraverso gli OGM, e cioè gli organismi geneticamente modificati, che sottraggono l'autonomia agricola e produttiva alla gente. VERGOGNATEVI !

 


Non toccate gli uomini e le donne.

State sperimentando tecniche di condizionamento mentale da 50 anni, ereditate dai "grandi" gestori dell'abominio dell'umanità, i lager nazisti, e siete peggio di loro. Ve li siete portati in casa, avete costruito il progetto "Monarch" e il progetto "MK-Ultra"[1], gestite bambini e donne come schiavi. Ne avete usate tante, ne avete fatte tante in Italia, di tutti i colori e sta uscendo tutto fuori: manipolazione mentale, condizionamento mentale, tecniche di controllo...

 

Non toccate la gente.

Beni economici e sociali che appartengono alla gente. State per aggredire i beni fondamentali: la casa, la solidità economica, l'equilibrio psicologico della gente, assediandoli sui beni che fanno di questo occidente almeno un lume di civilità.

 

Non toccate, non vi azzardate, a toccare la politica.

Avete reso da sempre la politica uno strumento ignominioso di controllo, gestione e condizionamento. Creato partiti come apparati di condizionamento che tramandano al loro interno solamente slogan per gestire disinformando la gente e per governarla occultamente in un  finto dissidio, che nasconde un profondo accordo per dominare.

 

Non toccate, non vi azzardate a toccare, i valori spirituali di un popolo, il popolo italiano, perché avete costruito un progetto malato, fatto di potenze militari, fatto di tecniche di controllo ancora peggiori di quelle individuali sugli uomini e le donne e, oggi, state addirittura pensando di poter condizionare definitivamente questa umanità attraverso ... di tutto: la disinformazione, l'assurda impossibilità di far capire alla gente quello che state combinando.

 

Non toccate, non toccate assolutamente, i valori di questa società italiana e di questo popolo occidentale perché, se la democrazia è stata per voi una presa per il .... essa è da sempre il simbolo del popolo che sceglie e decide, la politica non potrà che essere ripresa in mano dalla gente.

 

Tutto quello che state facendo, signori belli, esce fuori. Esce fuori anche grazie al sacrificio di intellettuali, delle persone, ed è il momento in cui le verità escono a galla.

 

Avete voluto anche toccare la chiesa, io sono laico. 

 

Non toccate il valore religioso che sta dietro l'impianto cattolico. Perché il valore religioso di Cristo, del Cristo che insegna il rispettarsi nell'umanità, è un valore che non solo vi schiaccia, vi travalica, ma che non potete cancellare perché anche noi che siamo laici lo facciamo nostro.

 

Non toccate, assolutamente, i bambini.

Luridi pedofili, assassini, che state ricostruendo un mondo fatto di sopraffazione, di sesso volgare, di uso strumentale dei bambini, fatto di falsità, di coloro che fanno il bianco nero e il nero bianco, di inversione dei valori.

 

Non toccate la società civile.

Voi che state inquinando il mondo militare, lo usate per le sperimentazioni, lo portate a schiacciare i popoli della terra.

 

Non toccate il diritto della gente a costruirsi un futuro usando strumentalmente sinistra, destra, poteri, contropoteri, poteri occulti.

 

La gente ha una risorsa ancora: l'anima.

La gente sta capendo, la gente vuole salvarsi, ma non vuole più solo salvare il vostro lurido mondo fatto di danaro, della ..., dello sfruttamento produttivo. Del produrre per distruggere e distruggere per produrre. Non vi azzardate a dire che fate la guerra per la pace, e la pace in realtà la fate per la guerra. Perché anche questo trucco ormai è svelato.

 

Non continuate a infiltrare il mondo di quelli che una volta si chiamavano complottisti, che adesso non lo sono più. Sono un progetto politico collettivo che porterà la gente finalmente a capire che esistono ancora veri valori, beni supremi, e una capacità di fare una politica dal basso, vera.

 

E' FINITA, SIGNORI BELLI !

 

Ora solo la violenza pura potete esercitare. Potrete pure portare l'umanità alla terza guerra mondiale, e io non lo auguro assolutamente a nessuno, ma, non ne uscirete vincitori. State perdendo, avete programmato il default, la crisi del mondo moderno occidentale capitalistico non poteva non venire, ora ripartiamo con un progetto millenario, nuovo, fondato sui valori umani, e voi starete a guardare ... perché siete pochi, siete violenti, siete ricattatori ... noi siamo persone per bene.

 

Non toccate anche la giustizia umana. Avete deviato la magistratura, avete resa custode degli altri poteri, avete cambiato il corso che aveva fatto, tramite la costituzione, la nostra magistratura,  un organo che in qualche modo tutelava effettivamente i diritti. 

Adesso, oggi, in questo momento, una parte della gente sa che usate il diritto, un guazzabuglio infinito di norme, maxima iniuria (ndt: summa iniuria = somma ingiustizia) come diceva Catone, per governare un popolo insipiente e per ingabbiarlo usando le regole come una ragnatela, e il processo come uno stazio. Le pecore vi si infilano dentro e, invece di essere portate all'ovile del diritto e della tutela, vengono portate al macello dell'ingiustizia. Avete trasformato l'esercizio del potere giudiziario, non tutto perché i magistrati sono anche persone perbene, nell'opposto da sé: l'uso di un potere dato da una marea di norme e da un ruolo "magis stratus", stratificato più in alto, per governare con l'abuso e la violenza.

 

TUTTO QUESTO DEVE FINIRE. NON PUO' NON FINIRE ! ...FINIRA'.

 

Perché l'umanità ha conosciuto ... ma ha conosciuto anche l'Illuminismo, e i vostri padri massoni, che ben altro volevano, di quello che avete realizzato voi.

 

Non toccate la libertà individuale e collettiva, condizionando addirittura con tecnologie avanzate di natura meccanica, chimica, ma addirittura sonora, gli esseri umani. La tecnologia HAARP[2] che voi state nascondendo con un mare di bugie esiste. Ci avete anche iniziato a fare guerre. Siete in grado forse oggi di mandare dei suoni che creano reazioni collettive ... è possibile? Io non lo affermo con certezza, ma voi quello che state facendo è un REATO CONTRO L'UMANITA'.

 

Avete fatto il processo di Norimberga:  i crimini nazisti stanno impallidendo di fronte a quello che state facendo all'umanità.

 

 

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE

 

 

 

SCOOP  



 

 

 
 

 

CANALE VIMEO CDD

 

 

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

Non toccate !!!
Mostra altro

Le strategie eversive Paolo Ferraro. INTERVISTA.

7 Febbraio 2014 , Scritto da CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia

Tratteggiati percorsi e storia , metodologie e ruoli, progetti e tecniche. 
Gli ultimi 35 anni della storia italiana : da Moro attraverso Falcone ai giorni nostri.
"Qualcuno" aveva commentato in facebook spiritosamente "oggi massimo livello di intelligence "... 
Forse è allora arrivato il momento di capire che intorno alla vicenda di Paolo Ferraro si dipanano questioni centrali,  e che occorre muoversi su vari piani : 
1. affinchè tutto emerga "dal" livello di intelligence 
2. affinchè sia denunciato all'opinione pubblica uno dei più clamorosi fatti di mobbing massonico nella storia della magistratura ( tolte la congerie di attività criminali a danno personale di chi scrive) 
3. affinchè si inverta la tendenza a congelare e nascondere tutto, gestendo il rientro motivato nella magistratura de "il" magistrato Paolo Ferraro,  con la forza dei fatti.
4. Affinchè tutti prendano coscienza che occorre che per la prima volta nella storia che il popolo , la gente,  prenda in mano le sue sorti,  espungendo ed allontanando tutti coloro che appartengono a circuiti e livelli di potere di caste  criminali. 
D'altronde se da qualche cosa occorre ripartire meglio partire da uno snodo importante e che consente di ricostruire, dalle prove concrete e attraverso una ricostruzione concreta operata da un testimone di lusso, uno spaccato storico la cui conoscenza è essenziale per costruire una vera alternativa che sia al contempo ritorno alla legalità costituzionale.  . Non trovate ?


  https://vimeo.com/86052474         http://youtu.be/cOtkYwBVh0M            






CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE 















SCOOP  


 

 

 



CANALE VIMEO CDD


CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              
Le strategie eversive Paolo Ferraro.  INTERVISTA.
Mostra altro

LA ALTERNATIVA ED IL GOLPE IN ITALIA. LA SOVRANITA' NON ELITARIA .

4 Febbraio 2014 , Scritto da CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia

LA SOVRANITA' IN UNA STRATEGIA 

NON ELITARIA 

Non è possibile "riprendere" la/e sovranità e ragionare alla rovescio.
Dire in buona sostanza "se risolviamo il problema il problema e tutti i  problemi sono risolti", costituisce uno strabismo concettuale impressionante ma concretamente vuol dire anche dare in pillole concetti,  solo per creare reazioni e spinte "utilizzabili". 
Se non rimuovi gli ostacoli nascosti frapposti  alla risoluzione del problema STORICO non risolvi e non realizzi nulla . 
Predichi impotentemente il risultato finale e asserisci APODITTICAMENTE che il risultato finale attuandosi risolve magicamente tutto il resto quando è vero necessariamente l'opposto . 
La politica è una lunga consapevole marcia , rimuove ostacoli, elimina agguati , aggira percorsi truccati e buche , accerchia le casematte che impediscono il formarsi di una corretta volontà politica . 
Accuso ormai pertanto chi ancora si ostina a non capire ed a ragionare e far ragionare alla rovescio: il fine non equivale agli strumenti, la strategia non assorbe i mezzi . Occorre  fare un passo indietro . 
Altrimenti l'accusa di sollevare un generico ribellismo senza consapevolezze più profonde  e tappe concrete,  verrà altrimenti definitivamente dimostrata .  
Agitare esclusivamente il ( pur condivisibie e centrale ) tema  della sovranità, rivela la  attesa di quella (non) risposta autoritaria,  che a loro volta gli apparati sotterranei preparano da tempo : la strategia nazional militar golpista che invoca la sovranità è strategia sempre di casta, forse minore,  ma certamente in agguato . 
Oltre alla TEORIA INGENUA DELLA DEMOCRAZIA esistono LA TEORIA INGENUA DEL MONDIALISMO E LA TEORIA INGENUA DELLA SOVRANITA' . 
Noi dobbiamo costruire una strategia storica SOLO dalla parte del popolo e fuori dalle logiche di elite più o meno anche militari, che hanno contribuito alla nascita della  P2 e della supergladio che la ha a sua volta suriclassata . 
O consegneremo la gente a coloro che facciamo finta di voler cacciare , magari mascheratisi diversamente. 
Cile, Argentina e Grecia degli anni settanta insegnano. Ma solo se la storia insegna davvero  

LO strabismo e   la ipermetropia, ideologica e politica,  dovuti al guardare sempre il politico economico visibile ed a indicare poi solo  il fine,   limitandisi  ad osservare  i meccanismi politico economici " strutturali", costituiscono   il grande male della politica ingenua  ( di solito questo errore lo dovrebbero  fare i "veterocomunisti" .. ma la nemesi storica porta ad una destra social nazionale troppo rigida e ad "etichette " varie). 
E su versante contrapposto,    la capacità di indicare tappe politico concrete può limitare e far  perdere di vista la più profonda analisi storica necessaria,  lasciando irrisolti i nodi strategici e gli obiettivi finali ( il pregiudizio al raggiungimento dei risultati concreti viene con sè). 
IL sistema capitalistico finanziario , il capitale all'ultimo stadio,  vanno certamente sostituiti quanto prima se non  addirittura subito e in un processo storico e politico di costruzione della radicale alternativa sociale necessaria . Se è vero che siamo dinanzi alla ultima crisi strutturale dell'occidente o alla necessità di uscirne senza guerre , domini nuovi.   rifondando idee, modi di vicvere di cnsumare di produrre, anche per salvare il pianeta terra dal disastro finale ambientale . 
LA SOVRANITA' NAZIONALE RIFONDATA E' IL PRIMARIO OBIETTIVO,  INSIEME ALL'USCITA DA QUESTA  EUROPA E AD UN SISTEMA MONETARIO PUBBLICO SOVRANO che si separi  dal capitale finanziario. Dirò di più:  le masse monetarie del sistema finanziario, prima del cambio radicale,  dovrebbero anche essere requisite in parte e redistribuite,  in adeguata preparazione della cessazione di corso della moneta del potere finanziario che indebita i popoli. 
Ma è centrale e resta tale  la questioncina del cosa come dove e con che alleanze internazionali fare,  e produrre : una bazzecola che viene saltata piè pari , tanto basta pronunciare la parola magica MONETA SOVRANA e corredare la parola con la analisi ( corretta, ci mancherebbe ) delle politiche mondiali ed europee sugli Stati e sui debiti, ovvero all'opposto elencare obiettivi singoli e concreti,  lasciando però indefiniti quadro e riferimenti culturali ,  ideali e fini.  

LA CRUDA STORICA REALTA'.
I non amici  sono tanti e stratificati e la gestione e distruzione della democrazia  è stata costruita con apparati metodologie e strumenti tali che la asserzione "la SOVRANITA' eliminerà i problemi" è ERRATA e semplificatoria. direi "invertita " .   
E' vero difatti l'opposto : per poter coagulare la volontà politica di cui abbiamo bisogno occorre PRIORITARIAMENTE attaccare le casematte del potere sotterraneo,   pena il ridurci a masticatori di analisi generali e confondere il fine con il mezzo, gli strumenti con l'obiettivo storico . 
Occorre rapidamente rimuovere consapevolmente i molteplici ostacoli che si frappongono alla conquista della sovranità . 
Quella riflessione astratta e monca conduce alla sconfitta proprio perchè indica SOLO l'obiettivo finale giusto . 
O conduce ad un ribellisno generico, pane per i cospiratori di casta, per l'insurrezionalismo manovrato e per le rivolte "pro  domo" del governante . Eibadiamo: Grecia Cile e Argentina degli anni settanta insegnano. 

COSA MANCA . 
Manca la approfondita analisi delle strutture del potere sotterranee e dei meccanismi di controllo ed una tattica e strategia concreta di disinnescamento o distruzione di tutto ciò . 
Manca insomma la politica intesa come obiettivi relativi alle strutture da trasformare prioritariamente per poter agire in modo utile . INOLTRE vi è la questione della strategia capitalistico nazionale sempre gestita da oligarchie e poteri fonanziari CONCRETI. L'IDRA ha più teste, e può persino destinarne una ad un apparato finto golpista o da pronunciamento  del sistema medesimo, insufflando e gestendo movimenti infiltrati . 
Le parola SOVRANITA' e ANTISIGNORAGGIO non sono di per sè panacea o salvacondotto politico , e il consenso  va formato e sbloccato colpendo apparati che gestiscono forme essenziali ma meno visibili  del potere. 
Non avrebbero costruito trenta anni di nuovi progetti di distruzione della democrazia se  fosse loro bastato avere le redini della economia e della politica. Già ce le avevano . 




DI FRONTE AD UNA ARTICOLATA STRATEGIA pluriennale  GUARDARE SOLO LA STELLA IN ALTO  è cadere  al buio nelle trappole buche e 
inciampare sotto  gli sgambetti attivati con alta ingegneria politico sociale,  deviata .        Indicando l'obiettivo finale solo e non articolando una analisi delle singole pericolosissime postazioni e dei nomi cognomi ruoli e metodi ed una teoria e pratica della loro distruzione, insomma,  PERDEREMO. 
Dobbiamo preparare il lancio dei paracadutisti dietro le linee e predisporre una accurata mappa delle "casematte "  e postazioni sull'arenile pronte a sventagliare chi sbarchi sul litorale . 
O volete farci e farvi mitragliare appena arrivati a riva ?!?! 

Paolo Ferraro    

108 LA STRATEGIA CONCRETA CHE SALVERA' L'ITALIA E LE NAZIONI EUROPEE PAOLO FERRARO
Una strategia diffusa di iniziativa ed analisi centrata sulla denuncia dei centri del potere reale sotterraneo che imbavagliano la democrazia con metodologie e strumenti di cui viene tenuta all'oscuro la società 
   


CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE 














SCOOP  


 

 

 



CANALE VIMEO CDD


CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              
LA  ALTERNATIVA ED IL GOLPE IN ITALIA.  LA SOVRANITA'  NON ELITARIA .
Mostra altro
1 2 > >>